Statuto

ALLEGATO “A” STATUTO
ART.1   COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE

E' costituita l'associazione di promozione sociale, ai sensi della legge n.383/2000, denominata “ Ananda Margi”, con sede in Parma(PR), Via__Fratelli Bandiera,  nr. 3. L’associazione non ha fine di lucro e gli eventuali utili devono essere destinati direttamente alla realizzazione delle finalità istituzionali di cui all’art.2. La durata dell'associazione è illimitata. L’Associazione può istituire sedi o sezioni secondarie.


ART. 2  PRINCIPI  ISPIRATORI

Lo scopo dichiarato dell’Associazione di promozione sociale denominata Ananda Margi, gli aspiranti alla beatitudine spirituale, è quella di preservare i tesori dell’Ananda Marga  come indicato dal fondatore Shrii Shrii Anandamurti, e riportato su Carya Carya parte I cap. 42 pag. 65 che sono:

“ideologia sublime, amore universale e incrollabile unità fra di voi”.
L’associazione vuole essere il punto di riferimento di tutti coloro che condividono gli insegnamenti ed ideali così come testimoniati da Shrii Shrii Anandamurti nella Sua vita e in tutti i Suoi discorsi.  L’Associazione Ananda Margi è aperta a tutti coloro che apprezzando la Sua integrità morale e la Sua lucidità di intelletto sia in campo spirituale che sociale-economico ed educativo,  desiderano unirsi per portare avanti la Sua Missione che può essere sintetizzata da queste frasi scelte fra le tante dei suoi libri ed insegnamenti: 1)ideologia sublime a) Sadhana: Cos'è il Tantra? Il processo di trasformazione [della divinità latente] nella Divinità Suprema è noto come Tantra sadhana. Nel linguaggio degli aspiranti spirituali, la divinità dormiente in forma animale è chiamata kulakundalini. Così si scopre che in realtà lo spirito del Tantra Sadhana consiste nell’infondere una [vibrazione] nella kulakundalini per spingerla verso la meta spirituale. Il significato del termine tantra è "liberazione dalla schiavitù [schiavitù di ottusità, o staticità]". La lettera ta è il seme [acustico] di ottusità. E la radice del verbo Trae con il suffisso da diventa tra, che significa "ciò che libera" – così il Tantra sadhana è la pratica spirituale che libera l'aspirante dal torpore o animalità della forza statica ed espande il Sè [spirituale] degli aspiranti spirituali. Quindi non ci può essere alcuna pratica spirituale senza Tantra. Il Tantra è sadhana.
Shrii Anandamurti Shhri Tantra e il suo effetto sulla società Shravanii Purnima 1959 RU, Bhagalpur b) Neoumanesimo Cos’è il Neoumanesimo? Il Neoumanesimo è l’umanesimo del passato, l’umanesimo del presente e l’umanesimo  nuovamente spiegato, del futuro. Spiegare l’umanità e l’umanesimo in una nuova luce allargherà  il sentiero del progresso umano, rendendolo più facile da percorrere. Il Neoumanesimo darà una nuova ispirazione e fornirà una nuova interpretazione al concetto stesso dell’esistenza umana. Aiuterà la gente a capire che gli esseri umani, in quanto esseri più intelligenti e profondi di questo universo creato, dovranno accettare la grande responsabilità di prendersi cura dell’intero universo, dovranno accettare di essere responsabili dell’intero universo. Cos’è allora il Neoumanesimo? L’umanesimo nuovamente spiegato e nuovamente diffuso è il Neoumanesimo; la filosofia che farà comprendere alle persone di non essere solo delle creature ordinarie. Questa filosofia le libererà da tutti i difetti e da tutti i sentimenti di inferiorità e le renderà consapevoli della loro importanza; le ispirerà a costruire un nuovo mondo. Tratto dal libro Neoumanesimo, la liberazione dell’intelletto c) Prout : i cinque principi fondamentali del Prout .

1. A nessun individuo dovrebbe essere permesso di accumulare ricchezza materiale senza il chiaro permesso o l'approvazione del corpo collettivo Significato: l'universo è proprietà collettiva di tutti. Tutti hanno diritti usufruttuari ma nessuno ha il diritto di fare un uso sbagliato di questa proprietà collettiva. Se una persona acquisisce ed accumula una ricchezza eccessiva, immediatamente limita la felicità e l'agio di altri nella società. Un tale comportamento è manifestamente antisociale. Pertanto a nessuno si dovrebbe concedere di accumulare ricchezze senza il permesso della società.

2. Ci dovrebbe essere la massima utilizzazione e la distribuzione razionale di tutte le potenzialità mondane, sopramondane e spirituali dell'universo Significato: la ricchezza e i mezzi disponibili nei livelli: materiale, sottile e causale dovrebbero essere sviluppati per il benessere di tutti. Tutte le risorse nascoste nel mondo dei cinque elementi - solido, liquido, luminoso, aereo ed etereo - dovrebbero essere completamente utilizzate, e lo sforzo per compiere questo assicurerà il massimo sviluppo dell'universo. Si dovranno seriamente esplorare terra, mare e spazio per scoprire, estrarre e lavorare le materie prime necessarie per i bisogni umani. La ricchezza accumulata dall'umanità dovrebbe essere distribuita razionalmente. In altre parole, a tutti deve essere garantito il fabbisogno minimo. In aggiunta a ciò, i bisogni dei meritevoli, e in certi casi di quanti hanno bisogni particolari, dovranno essere tenuti in debito conto.

 

3. Ci dovrebbe essere la massima utilizzazione delle potenzialità fisiche, metafisiche e spirituali individuali e collettive della società umana.
Significato: la società deve assicurare il massimo sviluppo del corpo collettivo, della mente collettiva e dello spirito collettivo. Non si deve dimenticare che il bene collettivo sta negli individui e il bene individuale sta nella collettività. Senza assicurare il benessere individuale attraverso la giusta fornitura di cibo, luce, aria, alloggio e cure mediche il benessere della collettività non può essere mai raggiunto. Si dovrà promuovere il benessere individuale spronati dallo spirito di incentivazione del benessere collettivo. Lo sviluppo della mente collettiva è impossibile senza lo sviluppo di un'adeguata coscienza sociale, la tendenza allo spirito di servizio sociale e il risveglio del sapere in ciascun individuo. Così, ispirato dal pensiero del bene della mente collettiva, ciascuno deve promuovere il benessere della mente individuale
.

 

4. Ci dovrebbe essere un appropriato adattamento tra l'utilizzazione delle potenzialità fisiche, metafisiche, mondane, sopramondane e spirituali Significato: contemporaneamente all'incentivazione del bene individuale e di quello collettivo ci dovrebbe essere un appropriato aggiustamento tra le sfere fisiche, mentali e spirituali da un lato e i livelli materiale, sottile e causale dall'altro. Per esempio, la società ha la responsabilità di soddisfare il fabbisogno minimo di ogni individuo, ma se provvede al cibo e costruisce una casa a ciascuno sotto l'impulso di questa responsabilità, l'iniziativa individuale sarà inibita. La gente gradualmente diventerà apatica. Perciò, la società deve organizzarsi in modo tale da rendere possibile che le persone, ciascuno secondo le proprie capacità, in cambio del lavoro che svolgono, possano guadagnare il denaro di cui hanno bisogno per soddisfare le loro esigenze base. Per innalzare il livello del fabbisogno minimo, la migliore politica è incrementare il potere d'acquisto.

 

5. Il metodo di utilizzazione dovrebbe variare secondo i cambiamenti di tempo, spazio e persona e l'utilizzazione dovrebbe essere di natura progressista Significato: l'uso corretto di ogni oggetto varia secondo i cambiamenti di tempo, spazio e persone. Quanti non riescono a capire questo semplice principio vogliono aggrapparsi a schemi del passato, e come risultato sono rifiutati dalla società. Sentimenti basati sul nazionalismo ristretto, sul regionalismo, sull'orgoglio ancestrale, ecc., tendono a tenere le persone lontane da questo principio fondamentale, cosicché non possono accettarlo incondizionatamente come una semplice verità. Conseguentemente, dopo aver arrecato un danno indescrivibile al loro paese, ai loro concittadini e a se stessi, sono obbligati a scivolare sullo sfondo. Tratto dal quinto capitolo della filosofia dal libro Ananda Sutram 2) Amore Universale a) Servizio a) cooperate con tutti nel campo del servizio sociale cap. 32) In Ananda Marga nessuno è servo di un 'altro CaryaCarya parte 2 pag 23  cap 31 b) Umanità: è per sviluppare l’umanità che la civiltà ha tante istituzioni di vario genere, che gli Stati prendono varie forme, che le teorie proliferano, e che le Scritture abbondano di decreti e regolamenti. Per quale motivo per cui esiste lo stato,  qual è l'utilità di tutte queste norme, e di tutte  le meraviglie della civiltà, se poi alla gente viene impedito di esprimersi, se non si ha la possibilità di costruire un buon fisico, di rinvigorire la propria intelligenza con la conoscenza, o per ampliare i propri cuori con l'amore e la compassione?   Se lo Stato, invece di cercare di guidare gli esseri umani verso lo scopo della vita, si mette di ostacolo non può pretendere  fedeltà, perché l'umanità è superiore allo Stato. Secondo Rabindranath Tagore, "giustizia e diritto al prezzo di umanità è come una pietra al posto del pane. Può essere che la pietra sia rara e preziosa, ma con questa non è possibile rimuovere la fame. " Si è soliti dare la preferenza al valore sociale  rispetto al valore umano. I sadvipra vogliono colpire alla radice di questa usanza. Per loro, il valore umano ha la precedenza sul valore sociale. Gli esseri umani costituiscono la società, e di conseguenza il valore umano deve gettare le basi per il valore sociale.  In altre parole, coloro che mostrano rispetto per valore umano hanno titolo per ottenere valore sociale. Abbiamo già detto che il valore umano, non significa altro che trattare le gioie e i dolori, le speranze e le aspirazioni degli esseri umani con empatia, e di vederli fusi nella Coscienza Cosmica e fondati nella maestà divina.  tratto dal discorso:  Il neoumanesimo dei Sadvipra , dal libro Neohumanism in a Nutshell part1 c) Devozione: il tesoro più grande dell’umanità Tutte le molecole, gli atomi, gli elettroni, i protoni, i positroni e i neutroni, sono l’autentica espressione della Coscienza Suprema stessa. Coloro che ricordano questa realtà, che hanno sempre viva nei loro cuori questa realizzazione, sono coloro che hanno raggiunto la perfezione nella vita; sono i veri bhakta [devoti]. Quando il culto devozionale non rimane confinato ad una mera pratica ma è, invece, elevato a sentimento devozionale, a missione devozionale, alla dimensione dell’ideazione devozionale e, quando lo spirito di base dell’umanesimo è esteso ad ogni cosa dell’universo, sia essa animata o inanimata, io ho definito tutto questo come “Neoumanesimo”. Il Neoumanesimo eleverà l’umanesimo all’universalismo, il culto dell’amore per tutti gli esseri creati dell’universo. Quindi, il vero dovere degli esseri umani è mantenere un approccio soggettivo, avanzando psico - spiritualmente verso la Coscienza Suprema, ispirati da ideali neoumanisti e, contemporaneamente, sforzandosi di espandere i principi umanistici, creando così  una struttura sociale basata sull’universalismo. Tratto dal libro Neoumanesimo, la liberazione dell’intelletto 3) Unità incrollabile fra di voi a)Fratellanza cosmica La spiritualità non è un ideale utopico ma una filosofia pratica che può essere seguita e realizzata nella vita quotidiana, per quanto mondana questa sia. La spiritualità appoggia l’evoluzione e l’elevazione e non la superstizione nell’azione ed il pessimismo. Tutte le propensioni divisorie e le filosofie di gruppo o di clan che tendono a creare le limitazioni della ristrettezza mentale, non sono connesse in alcun modo con la spiritualità e dovrebbero essere scoraggiate; si dovrebbe accettare solo ciò che porta alla vastità dell’unisono. La filosofia spirituale non riconosce alcuna distinzione e differenziazione artificiosa fatta tra un essere umano ed un altro ed è a favore di una fratellanza universale. Nel mondo attuale, molte tendenze separatrici operano per dividere l’umanità in gruppi belligeranti. La spiritualità deve imprimere il buon senso nella psicologia umana e sviluppare un’affinità naturale tra le specie della creazione. L’approccio della spiritualità dovrebbe essere psicologico e razionale e toccare i sentimenti psichici più profondi degli esseri umani. Gli esseri umani dovrebbero capire, attraverso un’analisi razionale, la loro relazione con l’Entità Cosmica e riconoscere la benevola gentilezza dell’Entità più amata. La spiritualità dovrebbe condurre gli esseri umani verso l’unica Verità Cosmica dalla quale derivano il loro senso di esistenza  [anima] e che è il destino finale. Quest’ideale finale e assoluto è quello cosmico, un ideale al di là dell’ambito del tempo, dello spazio e della persona, è l’Assoluto senza e al di là della relatività. Esso è presente con la Sua lucentezza in tutte le ere e in tutti i fattori del cosmo, sia che si tratti di un essere umano che di un animale meno evoluto. L’ideale cosmico da solo può essere la forza unificante che rafforzerà l’umanità per schiacciare le schiavitù ed abolire tutti i socio e geo-sentimenti [comunalismo, provincialismo, nazionalismo, razzismo, maschilismo, femminismo, ecc.]t che creano tendenze divisorie all’interno della società. Tutte le idee che fanno nascere questi sentimenti [ristretti] dovrebbero essere fermamente contrastate; questo non significa attaccare i sentimenti, le tradizioni e le abitudini che sono innati negli esseri umani e che non intralciano lo sviluppo cosmico di questi. Per esempio, un movimento per uniformare l’abbigliamento di tutti sarebbe un approccio ridicolo ed irrazionale; diversi tipi di abiti sono il risultato di fattori climatici e di necessità del corpo; inoltre, la diversità nel modo di vestire non danneggia la fratellanza mondiale. Tratto da Idea e Ideologia, capitolo sulla Fratellanza Cosmica b) Cooperazione coordinata "Operazione" significa "ottenere qualcosa tramite un mezzo o un media qualsiasi". Supponiamo che si utilizzi una macchina utensile. Se questo tipo di operazione viene eseguita con uno sforzo collettivo allora si chiama "cooperazione". Nel caso della cooperazione quello che si fa, viene fatto con pari diritti, pari prestigio umano e pari interesse ad agire. In tutti i campi della vita collettiva ci dovrebbe essere cooperazione tra i membri della società. Quando questa cooperazione è tra esseri umani liberi, ciascuno con parità di diritti e rispetto reciproco per l'altro, e quando ognuno di essi lavora per il benessere degli altri, si parla di "cooperazione coordinata". Quando invece si fa qualcosa individualmente o anche collettivamente, ma sottoposti alla supervisione di altri allora si parla di "cooperazione subordinata". In ogni sfera della vita, dovremmo fare tutto con collaborazione coordinata evitando sempre la cooperazione subordinata. Tratto da Cooperative, Kolkata 18 febbraio 1988 c) Sistema cooperativo PROUT appoggia l'attuazione del sistema cooperativo, perché la sua vera natura è quella di cooperazione coordinata. Solo il sistema cooperativo può infatti garantire il sano progresso integrato dell’umanità, e stabilire l'unità completa e perenne tra la razza umana. La gente dovrebbe lavorare per godere  di frutti più dolci stabilendo il sistema cooperativo. Tratto da Cooperative, Kolkata 18 febbraio 1988

Associazione Ananda Margi

Cod.Fiscale 92174390341

Viale A.Manzoni, 19- 57037 Portoferraio

 Cell. 3318958964

E-mail: anandamargiitalia@gmail.com

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

  • Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

LA NOSTRA ASSOCIAZIONE E' SOSTENUTA DA

Membership Global

Association of Neohumanist

Education per la ricerca

Neoumanista